Il satellite FC19 costituisce una delle possibili espansioni su BUS di edificio per le centrali PB.
Dispone, nella versione FC19/Opto, di 8 ingressi optoisolati e di 8 uscite a relè mentre, nella versione FC19, è equipaggiato con 8 ingressi a riferimento variabile casuale o fisso e di 8 uscite a relè. La programmazione dell’indirizzo logico è effettuabile attraverso un dip switch presente a bordo della scheda stessa. Dispone di segnalazioni luminose per lo stato di attività della CPU, del BUS, dell’integrità dei fusibili presenti a bordo scheda e  per lo stato delle uscite. Dotato di microswitch a levetta per consentire la protezione antiapertura del contenitore in cui viene alloggiato.

Allestimenti e codice ordinazione

FC19/P (Contenitore plastico IP56)
Con 8 ingressi a riferimento variabile casuale o fisso ed 8 uscite a relè con contatti N.O. e N.C. disponibili in morsettiera. Dimensioni 19,5x25x9,7 cm (hxlxp).

FC19 OPTO/P (Contenitore plastico IP56)
Con 8 ingressi digitali ed 8 uscite a relè con contatti N.O. e N.C. disponibili in morsettiera. Dimensioni 19,5x25x9,7 cm (hxlxp).

FC 19/S (Senza contenitore)
Schede con 8 ingressi a riferimento variabile casuale o fisso ed 8 uscite a relè con contatti N.O. e N.C. disponibili in morsettiera. Fornite con accessori per fissaggio. Dimensioni 17x16x2,5 cm (hxlxp).

FC 19 OPTO/S (Senza contenitore)
Schede con 8 ingressi digitali ed 8 uscite a relè con contatti N.O. e N.C. disponibili in morsettiera.
Fornite con accessori per fissaggio.
Dimensioni 17x16x2,5 cm (hxlxp)
Personalizzabile (su richiesta)

Alimentazione
12Vcc protetta da fusibile.
Fusibile di protezione sulla tensione di ingresso.

Assorbimento
40 mA con uscite a riposo; con tutte le uscite attive assorbe 200mA

Protezione
Antiapertura del contenitore tramite microswitch a levetta montato sulla scheda elettronica.

Connessioni
La connessione al BUS si effettua tramite cavo schermato 2 x1,5mmq per lunghezze del BUS non superiori ai mt. 1500

Optional
Scheda diramatore di BUS (PB 220 in versione “singola” o “tris”) per consentire di ottenere rami di BUS isolati ed indipendenti tra loro.